domenica 25 dicembre 2016

Il Milan si aggiudica la Supercoppa: 5-4 dopo i rigori. Errore fatale di Dybala

Un Milan senza paura vince la Supercoppa contro la Juventus, conquistando il settimo trofeo. In bacheca torna una coppa, più di 5 anni dopo, grazie al lavoro di Vincenzo Montella. I bianconeri vanno in campo con la difesa a 4 (c’è Lichtsteiner con Barzagli out), mentre Dybala è in panchina lasciando spazio a Mandzukic al fianco di Higuain. Montella si affida a Bacca in attacco con Bonaventura e Suso esterni. A centrocampo gioca Bertolacci. 



La Juventus inizia subito bene aggredendo il Milan. Donnarumma è bravo su una conclusione di Mandzukic e su una di Sturaro, ma da questo calcio d’angolo arriva il gol di Buffon e compagni: batte Pjanic e segna Chiellini. Rinascono Bonaventura e Suso che cominciano a creare pericoli nei pressi della difesa bianconera. Ed è proprio da un cross dello spagnolo che arriva il pari del Milan firmato da Bonaventura. La Juve ne risente e nella ripresa va subito in difficoltà. Suso sulla destra è incontenibile, Evra - che aveva preso il posto di Alex Sandro - non entra mai in gara. Romagnoli colpisce la traversa e Bacca non arriva sull’insidioso tiro cross di Kucka. Al 22’ entra Dybala subito pericolo al 31’ (palla fuori) e al 35’ (in due tempi Donnarumma), poi è devastante Buffon su un colpo di testa di Bacca. La gara va ai supplementari come nella finale di Coppa Italia del 21 maggio. E qui il colombiano sbaglia un gol clamoroso: tiro di Bonaventura, parata di Buffon, la palla arriva al numero 70 milanista che da un metro stoppa il pallone senza deviare in rete. Juventus graziata. Nel secondo tempo supplementare va in gol Evra, ma è in fuorigioco. Dybala fallisce da posizione ravvicinata e ai rigori vince il Milan. Mandzukic e l’argentino sbagliano, Pasalic no. È la vittoria di Montella, il trofeo numero 29 dell’era Berlusconi.

Post più popolari