venerdì 4 novembre 2016

Steven Seagal, Vladimir Putin concede la cittadinanza russa all'attore

Vladimir Putin ha concesso la cittadinanza russa a Steven Seagal. Lo ha annunciato il Cremlino sul suo sito internet ufficiale. Il feeling ideologico tra l'attore americano e il leader continua da tempo. In passato Seagal aveva difeso la politica del governo russo, compresa l'annessione della penisola di Crimea nel 2014, spendendo lodi su Putin: 



"E' uno dei maggiori leader mondiali viventi, lo considero mio amico e vorrei considerarlo mio fratello".
Nel 2014 in una intervista al quotidiano governativo Rossiskaia Gazeta, il campione di arti marziali aveva descritto come "molto ragionevole il desiderio di Putin di proteggere i russofoni di Crimea, i loro beni, e la base russa di Sebastopoli". Il protagonista di film come "Sfida tra i ghiacci" e "Trappola in alto mare" aveva anche criticato gli Stati Uniti dopo gli avvertimenti verbali rivolti da Obama a Mosca sul rispetto delle norme internazionali. Seagal aveva bollato senza mezzi termini la politica americana in Ucraina come "idiota", non escludendo già all'epoca di seguire l’esempio del collega francese Gerard Depardieu nella richiesta della cittadinanza russa.

Post più popolari