martedì 27 settembre 2016

Il principino George snobba il premier canadese e si rifiuta di “battere il cinque”

Il premier canadese Justin Trudeau è andato all'aeroporto ad accogliere calorosamente i reali britannici in visita ufficiale, ma il suo entusiasmo non è stato contraccambiato dal principino George. Il piccolo erede al trono, che ha compiuto 3 anni a luglio, si è rifiutato di “battere il cinque” e anche solo di stringere la mano al popolarissimo capo del governo del Canada.



I genitori William e Kate sono in visita ufficiale fino al primo ottobre nel Paese che fa parte del Commonwealth e formalmente rientra fra i territori soggetti alla monarchia (l'immagine della regina Elisabetta II compare anche sulle banconote canadesi). Si tratta fra l'altro del primo viaggio ufficiale per la sorella di George, la principessina Charlotte.
La famiglia al completo è atterrata dopo aver viaggiato a bordo di un jet privato. Tra le tappe della visita, è prevista anche la visita a un installazione artistica volta a mostrare un lato completamente diverso della relazione del Canada con la sua monarchia: le scuole dove circa 150.000 bambini indigeni vennero portati forzatamente per integrarsi nella società canadese e definite lo scorso anno dalla Commissione per la Verità e la Riconciliazione come uno strumento di «genocidio culturale».

Post più popolari