martedì 5 maggio 2015

Il bodybuilder si inietta olio e medicine per avere un corpo perfetto: ora rischia la vita

Rischia la vita per avere un corpo perfetto, secondo i suoi canoni. Romario Dos Santos Alves, bodybuilder e padre di famiglia, ha rischiato l'amputazione delle braccia per la sua passione.
 


Le sue braccia sono arrivate a misurare 63,5 centimetri di circonferenza dopo che, oltre all'esercizio fisico e a una dieta proteica, Alves si è inniettato una mischela fatta in casa di alcol, olio e antidolorifici. Dopo mesi di trattamenti ha iniziato ad accusare i primi disturbi e i medici hanno pensato che fosse necessario amputare gli arti. 
Fortunatamente, come riporta anche il Daily Star, è stato possibile evitare il drastico intervento ma il padre di 25 anni deve sottoporsi costantemente a delle terapie. «Ho completamente perso il controllo del mio corpo», confessa, «Questi trattamenti creano dipendenza e io ho rischiato la mia vita».
Il suo aspetto ha avuto delle ripercussioni anche nella sua vita familiare visto che i figli del bodybuilder erano arrivati a temere il padre a causa del suo aspetto imponente.

Post più popolari