martedì 28 aprile 2015

Nando, il cercatore di monete in spiaggia: "È il mio lavoro". Ecco quanto guadagna

Si chiama Nando Boni, ha 71 anni ed è un "Goldbuster". Così amano chiamarsi i cercatori di monete in spiaggia, attività nata per passione che in seguito alla crisi per alcuni è divenuto un vero e proprio lavoro.   


«Saremo in quattro, cinque su Roma - spiega al Corriere della Sera - ci sono anche giovani disoccupati. Se sei operativo per ore, puoi intascare anche più di cento euro. Il momento ideale per lavorare è il tardo pomeriggio quando i bagnanti se ne vanno, ma c’è ancora luce». Nando, che vive in una roulotte sul lungomare di Ostia, "ispeziona" con il metal detector le spiagge proprio di Ostia e Fregene. «In giornate fortunate riesco a racimolare oltre venti euro in monetine - racconta -. Quando è arrivato l’euro, all’inizio i bagnanti si perdevano molti spicci, non erano abituati. Ora se ne trovano sempre meno».  
Già perché le difficoltà economiche in Italia hanno colpito in molti e la soglia di attenzione verso i propri soldi è salita. Non solo monetine però, lo strumento che scova i metalli gli ha permesso di trovare oggetti come cellulari e raramente macchine fotografiche. Ma anche sorprese inaspettate, come una bomba a mano del dopoguerra sulla quale Nando si è imbattuto sulle rive di Anzio.

Post più popolari