venerdì 7 novembre 2014

Iturbe: "Roma fortissima, io non sono al top ma ho fatto la schiappa"




Sacrificio, molta determinazione e soprattutto umiltà. Questo il biglietto da visitca con cui Manuel Iturbe non eprde occasione di presentarsi alla squadra e ai tifosi della Roma , anche in serate meno facili come la gara di Monaco di mercoledì.
E l'argentino lo ricorda a modo suo in una intervista alla radio ufficiale della società. «Diciamo di sì, ho preso tante botte nella mia breve carriera. Adesso mi sono adeguato, ora che mi sono fatto male: ho pensato che anche io devo dare delle botte».
Orizzonte nella Roma «Qui c'è tanto da fare, giochiamo la Champions, non è facile giocare tutte queste partite. Faccio più fisioterapia che allenamento... Ancora non ho avuto la possibilità di dare il meglio, posso fare di più e la squadra mi aiuta tanto. Mi mancano tante cose, non ho giocato tanto ma penso di fare bene. Le mie qualità? Adesso? Una... pippa!».
Il rapporto con la squadra. «La Roma già lo scorso anno era forte. Ora ci siamo rafforzati con giocatori di qualità come Keita.Totti è un grande uomo, dentro e fuori dal campo. Destro parla poco ma segna. Borriello è un grande calciatore, quando giocherà farà bene per noi e darà tutto. Anche Ljajic è un grande calciatore che aspetta il suo momento. Florenzi gioca davvero bene, a tutto campo, difesa e attacco e va in Nazionale. Qui ci sono giocatori che hanno vinto e sanno come vincere. E c'è un allenatore che capisce molto di calcio».


fonte

Post più popolari