martedì 7 gennaio 2014

Rodman in Corea del Nord, lite con i giornalisti: "Sono amico di Kim Jong Un, e allora?"





Dennis Rodman vola in Corea del Nord per una serie di eventi organizzati dal dittatore, e suo amico, Kim Jong Un. L'inquieto ex giocatore Nba, come al solito, ha saputo dare spettacolo, litigando con i cronisti presenti.   Il conduttore della CNN Chris Cuomo gli ha fatto alcune domande su Kim e Rodman, che lo ha definito un amico per la vita, ha difeso la sua scelta di giocare a Pyongyang. «È stata un'idea magnifica per il mondo» - ha detto l'ex campione - «io e Kim siamo amici, e vi sbagliate sul suo conto: è una grande persona».  Quando Cuomo gli ha chiesto se aveva intenzione di cogliere l'occasione per chiedere a Kim Jong Un di rilasciare Kenneth Bae, l'americano condannato a 15 anni di lavori forzati con l'accusa di aver messo in difficoltà il governo di Pyongyang, Rodman ha perso il controllo e si è messo ad urlare puntando il dito verso la telecamera. «Bae ha fatto qualcosa di sbagliato», ha detto l'ex star della Nba, senza però dare maggiori dettagli. Rodman, 52 anni, è diventato amico del leader nordcoreano quando si è recato per la prima volta nel Paese lo scorso febbraio.

Post più popolari