venerdì 24 gennaio 2014

Fabrizio Corona a 'Vanity Fair': "In carcere sono dimagrito e ho perso molti denti"



Dopo molti mesi di silenzio Fabrizio Corona torna a far parlare di sé. In un'intervista concessa a 'Vanity Fair' racconta la sua vita prima e dopo l'arresto e come è cambiato. 
L’ex re dei paparazzi ha scritto una biografia, intitolata “Mea culpa”, in cui ammette: “Sono riuscito a fermarmi, ad avere il tempo di riflettere. Non voglio sembrare drammatico, ma se non fossi finito in prigione, sarei potuto morire”. Fabrizio Corona spiega: “Ero ossessionato dal successo, dai soldi. Dovevo avere le donne più belle, il fisico più scolpito, il look più alla moda. Volevo una vita perfetta e avevo il terrore di perdere tutto. E così mi ammazzavo di lavoro, incontri, appuntamenti, palestra. Il chirurgo mi aiutava a fermare il tempo, le sostanze chimiche mi davano una mano a reggere. Mi riempivo di pillole: pillole per allenarmi, per fare l’amore, per dormire”.  LOOK DIVERSO Dopo un anno di carcere Corona si vede molto diverso rispetto al passato: “Dopo un anno di carcere mi guardo allo specchio e mi vedo diverso. Ho i capelli lunghi e ricci, la barba curata, ho perso molti denti, sono dimagrito, la mia faccia non ha più quel gonfiore chimico”. Il sesso? Non gli manca: “Ne ho fatto così tanto prima del mio arresto che quasi avevo la nausea. Quello che mi manca sono le emozioni”.

Post più popolari