giovedì 5 dicembre 2013

Juve, Pogba vince il 'Golden Boy' di Tuttosport: "Voglio scudetto, Champions e Mondiale"



 «Scudetto, Champions o Mondiale? Io punto al tris». È proprio vero che l’appetito vien mangiando. Un elegantissimo Paul Pogba ha ricevuto ieri il premio “Golden Boy”, assegnato al migliore Under 21 d'Europa dal quotidiano Tuttosport. Il fenomeno bianconero ha letteralmente sbaragliato la concorrenza, lasciando la piazza d’onore all’attaccante belga-congolese Lukaku (Everton) e il terzo gradino del podio al centrocampista tedesco Draxler (Schalke 04). Pogba è il primo francese nonché il primo juventino a conquistare quello che si può considerare come il Pallone d’oro dei giovani. Il suo nome entra così in una lista formata da grandi campioni del calibro di Rooney, Messi, Agüero e Balotelli. «E adesso farò di tutto per vincere il Pallone d’oro - promette il Polpo bianconero -, un riconoscimento che quest’anno avrei dato a Pirlo: quando lo vedo giocare capisco quanto devo ancora crescere a livello tecnico e tattico».
L’ultimo vincitore del “Golden Boy”, Isco, dopo aver ricevuto il premio ha deciso di cambiare aria e casacca. Pogba passa la palla del rinnovo al club bianconero: «Ho parlato con Marotta, al mio contratto ci pensa la società. Io comunque alla Juve mi sento come a casa: il mio obiettivo è diventare come Messi, Cristiano Ronaldo e Pirlo. Ora pensiamo a fare bene in casa del Bologna e del Galatasaray: l’assenza di Pirlo ci responsabilizza ancora di più». Musica per le orecchie dell’ad bianconero: «Siamo orgogliosi di avere con noi uno come Paul, un grande campione che ha tutto per conquistare il Pallone d’oro. Per quanto riguarda il futuro, insieme vogliamo conquistare grandi traguardi».
La cerimonia di premiazione si è svolta nell’elegante Grand Hotel Billia di Saint Vincent. Tra gli ospiti della serata anche l’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi che ha “benedetto” il colpaccio low cost piazzato da Beppe Marotta nell'estate 2012 («Pogba l’avrei preso anch’io, ha il calcio nel sangue, piedi buoni e grande fisico») e intanto raccomandato i baby laziali Perea e Keita («due sicuri talenti»).

Post più popolari